10 regole per viaggiare in treno

Di seguito trovi 10 regole che devono essere rispettate qualora ti trovassi a dover viaggiare in treno in compagnia del tuo cane.

regole-cane-trenoIl decalogo è stato realizzato dal Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute delMinistero della Salute.

Ricorda che per far sì che la società riconosca sempre più diritti ai proprietari di cani è necessario avere il massimo rispetto per le persone che si trovano a condividere degli spazi insieme al nostro cane, cerca di avere la massima attenzione nel non disturbare mai nessuno.

  1. provvedere all’iscrizione del cane nell’Anagrafe Canina e portare con sé il documento che lo attesti;
  2. aver eseguito le profilassi vaccinali per proteggerlo dalle più comuni malattie della specie.
  3. aver eseguito i trattamenti di prevenzione nei confronti degli ectoparassiti (pulci, zecche, pidocchi, ecc.) ed endoparassiti (vermi tondi e piatti) in modo che il cane non rappresenti una fonte di infestazione per gli altri cani e per l’ambiente.
  4. utilizzare sempre il guinzaglio, di una misura non superiore a mt 1,50, durante la conduzione dell’animale.
  5. portare con sé una museruola, rigida o morbida, da far indossare al cane nelle fasi di salita e discesa dal treno e, in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti, anche durante il viaggio.
  6. avere sempre con sé strumenti idonei alla raccolta delle feci del cane e provvedere alla prima sommaria pulizia nel caso in cui l’animale sporchi la vettura.
  7. avere cura che l’animale non arrechi disturbo né provochi danni o lesioni agli altri passeggeri o alla vettura.
  8. posizionare il cane in modo da salvaguardarlo dal passaggio nel corridoio di passeggeri, bagagli e personale di servizio e provvedere ai bisogni primari dell’animale (acqua, cibo).
  9. evitare di lasciare il cane incustodito e affidarlo solo a persone in grado di gestirlo.
  10. essere a conoscenza degli obblighi di legge e delle responsabilità civili e penali che le stesse attribuiscono al proprietario/detentore di un animale, con particolare riguardo alla tutela del benessere, al controllo e alla conduzione dell’animale stesso

A riguardo ti potrebbe interessare il post “Viaggiare col cane su Italo“.

fonte | italotreno.it
foto | unavitaseizampe.altervista.org

5 pensieri su “10 regole per viaggiare in treno

  1. Pingback: Viaggiare col cane su Italo | Dog Coach

  2. Dianora

    Ok…ma non dovrebbero avere il lettore per i microchip? il foglio che ti viene rilasciato dall’anagrafe canina è una semplice ricevuta di pagamento che si può decidere di buttare via…inoltre, posso attestare che il mio cane è stato vaccinato regolarmente, ma come faccio a dimostrare che è stato sottoposto a trattamenti ectoparassitari ed endoparassitari?! Il bello è che per vedere se ho dato l’antipulci al mio cane controllano il libretto… Diciamo che coloro che lavorano per trenitalia(non parlo di Italo perchè non l’ho mai usato) non sanno nemmeno quello che vogliono!

    1. Mattia Marasco Autore dell'articolo

      L’uso del lettore è demandato solo ed esclusivamente alla Asl locale, neanche i veterinari ce l’hanno. Un veterinario può solo controllare che il microchip ci sia e quale numero gli sia stato attribuito ma non il proprietario dell’animale. In ogni caso comunque dovresti avere un adesivo col seriale del chip, io lo tengo in fondo al libretto vaccinazioni ad esempio.

  3. Sonia rondinara

    Salve a tutti. A giugno ho viaggiato con il mio cane un beagol di 5 anni.Sono andata a Venezia e non era la prima volta bensì la seconda. La prima volta mi rivolsi a italo treni per fare il viaggio e devo dire che il mio cane ha viaggiato in maniera eccellente,posto dove potersi distendere,tappeto,acqua e cordialità,l’unico disagio è stato quello di aver dovuto raggiungere la stazione tiburtina. Questo avveniva lo scorso anno,questo’anno ho cercato informazioni per poter viaggiatore su freccia visto che sul sito dicevano di essere ben attrezzati per il trasporto di animali domestici. Cosa? Prima cosa,a differenza di italo ho pagato il posto cane 40 euro anziché 20 con italo,non ho avuto il posto dove poter far stare anche solo disteso il mio cane. Sono stata ripresa dal controllore perche non potevo tenere il cane dove le persone dovevano passare e devo dire che il controllore è stato Molto molto sgarbato. per di più il mio posto era uno di quelli a 4 e solo per la sensibilità dei passeggeri siamo riusciti a far riposare 20minuti il mio povero cane. Se dovete viaggiare con il vostro amico a 4zampe fatelo solo con italo treni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *