Cani in spiaggia, cosa dice la legge? Facciamo il punto

KONG per cani

Essendo uno di quei proprietari a cui capita di portare il proprio cane al mare ho pensato che fosse giusto cercare di fare un po’ di chiarezza sulla questione “cani in spiaggia”, non è facile perché si trovano molte informazioni differenti ma credo di esserci riuscito. Se qualcuno ha notizie più precise o più recenti vi prego di segnalarmele!

cani spiaggia legge

In Italia

[si fa qui riferimento alle spiagge pubbliche e non ai tratti di costa dati in concessione dai Comuni ai titolari privati]

Ad oggi non esiste una legge che regoli a livello nazionale l’accesso degli animali sul demanio marittimo. In mancanza di espresso divieto comunale e o della locale capitaneria per i nostri quattrozampe vale la regola generale dei luoghi pubblici: guinzaglio e o museruola ove prescritto.

Nonostante ciò il vuoto legislativo lasciato da questa situazione dà adito a molte fraintendimenti ecco perchè il mio consiglio è di fare riferimento sempre e comunque alle leggi o alle ordinanze regionali perchè esse danno facoltà alle Amministrazioni comunali o alla Capitaneria di Porto di regolare in autonomia quali siano le zone, e le modalità, con cui gli animali posso accedere alle spiagge.

In linea di massima comunque si tenga presente che per poter vietare l’ingresso ai bagnanti che hanno con sé il proprio cane è necessario che i comuni emettano un’ordinanza di divieto e che tale divieto sia motivato. Essa inoltre deve specificare l’estensione oraria di tale divieto, deve essere firmata dal sindaco, da un assessore delegato o dal comandante dei vigili urbani, e deve essere pubblicata sugli albi pretori dei singoli comuni. In linea teorica se manca solo una di queste indicazioni l’ordinanza non dovrebbe essere considerata valida.

Secondo la legge il proprietario della spiaggia (ad esempio un campeggio ma in linea teorica anche uno specifico Comune, che ne è l’effettivo l’amministratore) può richiedere con le giuste motivazioni un permesso per rendere inaccessibile ai cani quel tratto di costa.
Questa opzione spiega l’esistenza delle “spiagge per cani”: cioè dei tratti di terreno in cui i cani possono sì entrare ma che fanno in realtà parte di tratti ben più lunghi in cui si è concesso il divieto di accesso.

C’è dell’altro, i cartelli che prevedono il divieto devono recare sul retro il numero dell’ordinanza comunale di riferimento di cui ho scritto qualche riga più in alto e la relativa data di scadenza. Altrimenti, seppure in presenza di una ordinanza regolarmente firmata, il divieto è da considerarsi nullo.

In Toscana

Poiché ci vivo faccio una precisazione più specifica per la Toscana.

al momento, la legge che regola la presenza dei cani nelle spiagge toscane è in realtà quella che regola più in generale l’accesso ai giardini, ai parchi e alle aree pubbliche, ovvero la Legge Regionale n. 59/2009. Le spiagge vengono cioè fatte rientrare nella categoria delle aree pubbliche.

In sintesi: secondo la L.R. 59/2009 art. 19 è consentito l’accesso ai cani sulle spiagge, muniti di guinzaglio e museruola.

Ma andiamo più nello specifico, analizzando per bene il testo della norma per intero.

Art. 19 della L.R. Toscana n. 59/2009
Accesso ai giardini, parchi ed aree pubbliche

1. Ai cani accompagnati dal proprietario o da altro detentore è consentito l’accesso a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico, compresi i giardini, i parchi e le spiagge; in tali luoghi, è obbligatorio l’uso del guinzaglio e della museruola qualora previsto dalle norme statali.

2. E’ vietato l’accesso ai cani in aree destinate e attrezzate per particolari scopi, come le aree giochi per bambini, quando a tal fine sono chiaramente delimitate e segnalate con appositi cartelli di divieto e dotate di strumenti atti alla custodia dei cani all’esterno delle stesse.

Per completezza allego anche l’articolo 20

Art. 20
Aree e percorsi destinati ai cani

1. I comuni possono, nell’ambito di giardini, parchi, spiagge ed altre aree destinate a verde pubblico, individuare, mediante appositi cartelli e delimitazioni, spazi destinati ai cani, dotati anche delle opportune attrezzature.

2. Negli spazi a loro destinati, i cani possono muoversi, correre e giocare liberamente, senza guinzaglio e museruola, sotto la sorveglianza del responsabile, senza determinare danni alle piante o alle strutture presenti.

Quindi se ne deduce che in Toscana l’accesso ai cani è consentito a patto che non ci sia un cartello che lo vieta e comunque alle condizioni dette prima, cioè con guinzaglio e museruola (non necessariamente indossata ma basta averla con se’).

___________________________________
Fonte testo legge regionale: federalismi.it
altre fonti: dogsitter.it; bau.it

foto | sxc.hu

69 pensieri su “Cani in spiaggia, cosa dice la legge? Facciamo il punto

  1. Asia

    a Lido di Camaiore , pur in assenza di cartelli , viene vietato l’accesso ai cani anche se al guinzaglio e con museruola . Divieto comunicato solo verbalmente dai proprietari/gestori/amministratori dei bagni – o come cavolo sono – che a loro volta si fanno portavoci delle ordinanze comunali …. ma è tutto un dire , un mandarlo a dire ecc ..Io personalmente , per amor di pace e anche perché la mia cagnolina ha il pelo lungo e soffre il caldo (non ha il sotto-pelo = yorkshire) , ho evitato di portarla in spiaggia e buonanotte .

  2. Riccardo

    Lascio un commento che ho trovato su internet che può essere utile :
    Per poter vietare l’ingresso ai bagnanti con Fido al seguito, occorre che i comuni emettano un’ordinanza che preveda il divieto motivato, l’estensione oraria di tale divieto e che la medesima ordinanza firmata dal sindaco, da un assessore delegato o dal comandante dei vigili urbani, e pubblicata sugli albi pretori dei singoli comuni. Se manca solo una di queste indicazioni, l’ordinanza non è valida.
    Ma non è tutto: infatti anche i cartelli che prevedono tale divieto,devono recare sul retro il numero dell’ordinanza comunale di riferimento e la data di scadenza. Altrimenti, seppure in presenza di una ordinanza regolarmente firmata, il divieto è da considerarsi nullo.I proprietari di cani che decidono di portare Fido in spiaggia devono verificare che esistano realmente le ordinanze e che i cartelli di divieto contengano le informazioni regolamentari. Altrimenti qualunque richiesta di allontanarsi dalla spiaggia con il proprio cane fatta anche dai vigili è illegale e ogni eventuale multa impugnabile davanti al giudice di pace e quindi contestabile senza essere preventivamente pagata.

    1. Andy

      Confermo quanto descritto da Mattia, ma c’e di più, molto spesso nelle norme comunali scrivono che è vietato portare animali sulla spiaggia senza specificare le motivazioni ne orari, solo in forma generica favorendo gli stabilimenti balneari e privati..e dando una generica informazione agli interessati l’ho verificato personalmente su una delibera comunale..
      Adesso mi domando e vi domando..è possibile che questo divieto vige h24 oppure dopo gli orari di chiusura dello stabilimento posso portare fido sulla battigia a fare una passeggiata? Se il divieto vige h24 perchè nelle disposizioni comunali nn è specificato l’orario come da norma regionale? la cosa ancor più grave è che ci sono molti stabilimenti che chiudono i cancelli nn permettendo il passaggio h24 come da norma e non segnalando alcuna direzione di entrata per il passaggio publico..e facendio proprio un bene demaniale…

  3. Alessandra

    In effetti a voce non è attendibile. Io a voce potrei darti anche la mia casa in regalo ma poi al momento posso anche tirarmi indietro. Oggi come oggi tutto ha bisogno di essere praticamente certificato.
    Ma ci sono delle spiagge attrezzate per cani? E soprattutto esistono ancora spiagge libere, visto che ormai mettono tutto a pagamento, e prendere una cabina per 4 persone bisogna sborsare un mese di stipendio!

    1. Mattia Marasco Autore dell'articolo

      Ciao Alessandra, certo che esistono spiagge attrezzate per cani, non sono moltissime ma ce ne sono, ne parlerò a breve sul blog. E sì ci sono ancora spiagge libere, a Castiglione della Pescaia ad esempio, ma un tratto libero c’è sempre in ogni località.

      1. ester ricciarelli

        Ciao io in questo momento sono a Follonica con i miei due cani loc Pratoranieri qui c’il divieto di portare i cani in spiaggia invece io non ho avuto difficolta a portarli nei bar o ristoranti in spiaggia si possono portare la mattina presto prima delle otto e la sera dopo le venti e io mi domando qui c’e un pezzo di spiaggia libera lunghissima non vedo xche gli animali non debbano andareo non viene consentito cdi farlo visto che tutti i giorni e tutto il giorno ci stazionano animali a due zampe e la sera quando lasciano la spiaggia sembra una discarica.

  4. simone

    ciao a tutti, mentre stavo cercando informazioni sui regolamenti dei cani in spiaggia ho visto che siete molto informati della zona di castiglione della pescaia luogo dove questa estate faro le mie vacanze con fido,ma oltre alle spiagge libere a castiglione non ci sono anche dei bagni che accettano cani? oppure nelle bau beach sono completamente libere senza nessun servizio di spiaggia?

    1. Sandra

      Qui ad Orbetello il problema si pone d’inverno quando ti vuoi fare una passeggiata in solitaria con il tuo Fido e ti vedi arrivare la guardia forestale che ha ricevuto le lamentele da qualcuno che ti ha visto con il cane, oppure quando dai fastidio al tipo che da’ da mangiare alle colonie feline! D’estate invece bau Bach o no i Fido sono più dei bagnanti a 2 zampe al guinzaglio oppure no!!

  5. Angela

    vorrei una risposta riguardo ad un cartello posto sopra la direzione dello stabilimento che frequenti a Tirrenia Pisa divieto l ingresso ai cani ,senza timbri o diciture di ordinanze e ecccc e’regolare secondo voi o posso presentarmi col cane al guinzaglio e se mi viene negato l ingresso cosa devo fare

  6. cinzia

    Salve a tutti.. questo argomento mi interessa molto! Ma un paio di domande!! bisogna essere MUNITI quindi non per forza il nostro cane deve indossare la museruola giusto? Una volta si diceva che i cani possono stare in spiaggia ma sotto l’ombrellone, mentre a quanto ho capito se è al guinzaglòio non c’è nessun divieto nel passeggiare o fargli fare il bagno vero?!?!
    Grazie a tutti!!

  7. Camilla Gatti

    Ciao, ho letto i vostri post e sono un pò perplessa.
    io andrò in vacanza a Lido di Camaiore con il mio peloso e telefonando al Consorzio del Turismo di Camaiore mi è stato detto che posso andare in spiaggia libera con lui..
    Ora, mi devo fidare o devo spendere quasi 200€ per andare in un bagno che accetti fido (dove mi è stato detto che non deve abbaiare, muoversi troppo o comunque dare fastidio….)? Spero che mi possiate aiutare

    1. Mattia Marasco Autore dell'articolo

      Ciao Camilla, non ho info riguardo Lido di Camaiore ma io credo che tu possa andare e risparmiare i tuoi 200 euro.

  8. Giuseppe

    La situazione è tutt’altro che chiara: parlo della situazione del comune di Orbetello, spiaggia della Feniglia.
    Proprio ieri 28/07/2013 mentre stavo famiglie e cane (guinzagliato) in un tratto libero della Feniglia una pattuglia (quod) della Capitaneria di Porto mi ha detto che NON ci sono problemi per portare il cane in spiaggia (qualsiasi parte) purchè guinzagliato, ma NON è possibile fargli fare il bagno se non nella parte denominata Bau Beach.
    Stamane cerco fonti normative in tal senso e la CP interessata, contattata telefonicamente, mi dice che loro fanno solo rispettare l’ordinanza comunale di Orbetello (n.35 del 22-06/2013).
    Mi procuro questa ordinanza che, per quanto non espresso si rifà alla legge regionale richiamata nell’articolo (L.R. 59/2009 artt.19, 20, 21 e 22).
    Nell’ordinanza NON si parla di nessuna Bau Beach, e per i cani nello specifico (Art.15) si parla della sola necessità di condurre i cani al guinzaglio e attrezzatura per la rimozione delle deiezioni.
    Armato di pazienza telefono al comune di Orbetello esponendo quello che ho appena raccontato e chiedendo fonti normative dei divieti applicati: NON HANNO SAPUTO DARMI RISPOSTA.
    Aggiungo il fatto che, nelle tabelle poste ad ogni entrata della spiaggia della Feniglia vi è solo il divieto di condurre i cani liberi e portarli al guinzaglio (come del resto recita sia la Legge Regionale che l’ordinanza).
    Quindi direi che, a meno di altri aggiornamenti dal comune di Orbetello, sia un classico “sopruso” e “abuso” all’italiana.

  9. Elisabetta

    Estate 2013, la prima che io e il mio compagno passiamo con un cane (8kg)
    Quanto siamo indietro in Italia!!!!
    Sono a Marina di Grosseto da ieri, non ho trovato un bagno che mi abbia permesso di tenere poche ire il mio cane con me
    “L’ordinanza lo vieta”
    Ok, dove sono i cartelli?
    Fuori dai bagni nessun divieto
    Sulla battigua nessun divieto
    Chiedo da 2 giorni l’ordinanza al gestire e mi presenta il regolamento della capitaneria di porto che non c’entra nulla…se nn fosse che la capitaneria di porto (o i vigili) solo in presenza di un’ordinanza, mi potrebbe allontanare dalla spiaggia.
    Allora cosa faccio?! Il gestord del bagno, molto carino, mi ha detto “ma se lo vuoi portare un pochino…” Ma non lo vedo convinto e non voglip creargli problemi.
    Ma credo di aver ragione io nel dirgli che senza divieto esplicito, il cane al guinzaglio posso portarlo…o no?!

    La spiaggia libera della Marze?! Orrenda e incustodita…scomoda x arrivarci, senza un goccio d’acqua se non a pagamento nel distante bagno del fuorirotta…

    Quindi?!
    Vergognamoci e parecchio e soprattutto continuiamo tutti a stare zitti…

  10. leo

    so già in partenza che con questo mio intervento mi tirerò dietro molti anatemi pero voglio precisare subito una cosa non sono un nemico degli animali anzi tutt’altro ho un pitt bull perciò lascio a voi ogni interpretazione e per poterlo tenere mi sono attrezzato un giardino.Detto ciò pero vengo a dirvi che anche chi non ama i cani ha il sacrosanto diritto di protestare e ritengo giusto lo sfogo di molte persone che devono tenersi i bambini sotto l’ombrellone perchè si ha anche paura di queste bestie che sporcano la spiaggia che sono senza le normali attrezzature per stare in spiaggia e che se le avessero sarebbe solo una condanna per queste povere bestie,oppure le persone che stanno facendo il bagno devono uscire dall’acqua perchè si vedono un bestione vicino e siamo poi sicuri che queste bestie siano tutte vaccinate come la legge prevede. finisco ma avrei anche molto altro da aggiungere allora mi chiedo perche non intervenire in maniera diversa magari facendo in modo di attrezzare i comuni di strutture atte a tenere durante il giorno i cani anche con delle piccole piscine e non mischiare gli animali con le persone. Ed ora non venite a dirmmi che l’uomo è il peggior animale sulla terra

    1. SIMONE

      Ma ti dà di balta il cervello? Primo il mio cane sulla spiaggia sta al guinzaglio e non gira tra gli ombrelloni, quindi non crea fastidio a nessuno.Secondo il mio cane è vaccinato,fa tutte le vaccinazioni obbligatorie.terzo,il mio cane è più pulito di molti bipedi.Raccolgo i bisogni del cane,a differenza di molti bipedi che lasciano bottiglie e spazzatura a giro… la stupidità di gente come te mi spinge ad evitare la spiaggia e ad andare in montagna,dove il mio cane corre libero. Ormai molti hanno un cane,gli stabilimenti che non Accettano cani perdono clienti e soldi.

    2. Maria grazia

      quoto a 1000 x 1000 Leo . anch’io amo gli animali, ma penso che una spiaggia assolata, piena di animali e animaletti a due zampe non sia il luogo ideale per dei cani e passeggiare con museruola e guinzagli non sia il massimo della libertà Edora non venitemia dire che la donna è il peggior nemico degli animali.

        1. Mattia Autore dell'articolo

          Ragazzi questo blog parla della relazione con questo splendido animale e di come vivere serenamente nel quotidiano insieme a loro. Non c’è spazio per discussioni e offese… andate da un’altra parte per favore o sarò costretto cancellare i commenti.

  11. pierluigi gualandri

    In definitiva esiste una legge nazionale che definisce dove i cani possono essere presenti,;quali normative esistano per vietare la presenza e come debbano essere custoditi i cani ?

  12. Carlo Regnanti

    E allora siamo costretti a fare il bagno dove ci sono animali. Ma smettiamola una volta per tutte. Amiamo pure gli animali, ma portarli sotto il sole cocente, farli bagnare e puzzare come del resto è normale non è voler bene agli animali.

    1. kati

      al mare ci si immerge in ben peggio che qualche pelo di animale…senza essere eccessivi o fuori contesto parlando di inquinamento vario, sappi che i cani non fanno i loro bisogni in acqua, a differenza dei bambini…e senza ipocrisie, anche degli adulti.
      poi, che a te faccia più “impressione” imbatterti in qualche pelo piuttosto che altro è un tuo diritto e lungi da me dal contestarlo.

      mi sento però chiamata in causa da questo tuo commento perchè stride con quello che fino ad ora( magari è stata solo fortuna), ho vissuto e visto io: i proprietari di cani che desiderano portarseli in spiaggia, in genere sono moooooolto attenti alla loro pulizia e al rispetto degli spazi e delle altre persone. poi logico, di cretini ne è pieno il mondo e ce ne sono sia con cani al seguito che non.
      se si decide di portare il cane con sè, lo si fa per non lasciarlo solo in casa molte ore. io al mare ci vado con l’ombrellone e il cane sta all’ombra…difficilmente troverai un proprietario non è attrezzato per far stare il proprio fido al riparo dal sole, con abbondante acqua e munito di qualsivoglia salvietta, acqua dolce o simili per sciacquarlo dopo il bagno.

  13. kati

    io avrei un’altra domanda… io vorrei anche informarmi preventivamente, ma faccio fatica a reperire le ordinanze comunali. qualcuno sa dove o a chi posso chiedere?
    quest’estate bazzicherò per alcune spiagge della provincia di Reggio Calabria e trovare informazioni sembra un’impresa titanica…addirittura l’indirizzo mail dell’ufficio locale marittimo di Reggio è inesatto…

  14. david

    Sono passato per la spiaggia dei cani a rimigliano. E pur avendo avuto dei cani anch’io devo dire che mi ha fatto un po senso spisciacchii da tutte le parti . Se tutto ciò potenzialmente si verificasse su ogni spiaggia ne sarei dispiaciuto. Nulla di personale è solo il mio punto di vista.

  15. Andrea Ticci

    23/08/14 Follonica spiaggia di ponente
    Siamo al confine tra comune di Scarlino e Follonica, per evitare inutili discussioni vado in spiaggia con il mio cane in zona delimitata trammite cartelli dove è consentito sostare con i cani, nell’ ordinanza leggo che lo spazio destinato è di 100 ml, inizialmente forse è così ma solo dopo una settimana noto che uno dei cartelli è stato spostato e lo spazio è stato ridotto a non più di 50 ml. Il punto è che io con il cane sono obbligato a cercarmi uno spazio in questi 50 ml , chi non ha cane a seguito occupa oltre la metà dello spazio disponibile, oltre a questo ci sono accampamenti di venditori ambulanti, ma questo non è il problema. Dai vari articoli leggo che con il cane al guinzaglio mi posso spostare lungo la battigia quindi sconfino sul comune di Follonica e dopo circa 300ml mi viene incontro un individuo con una maglietta rossa con la scritta Bagnino e mi dice : ” il cane li non può stare, se ti vedono i vigili ti fanno la multa ” a parte la poca educazione , io rispondo che se è sicuro di quello che dice può tranquillamente chiamarli i vigili e ovviamente proseguo, fino ad arrivare ad una spiaggia attrezzata con bar e dopo aver preso un caffe faccio ritorno al mio posto. La cosa che ci tengo a precisare è che, nel tratto dove ci sono gli accessi al mare nel comune di Follonica ci sono dei cartelli generici che vietano l’ accesso ai cani , cartelli dozzinali di quelli che pubblicizzano le spiagge con bandiere blu, probabilmente messi li nella preistoria. Siccome chiedendo informazioni e andando a cercare l’ ordinanza del comune di Follonica, trovo solo qualcosa di vago e che fà riferimento al divieto legato a motivi igenici. io chiederei a chi è preposto a fare controlli, di farsi un giro nella pineta che separa la strada dal mare e anche nelle poche spiagge libere rimaste, per rendersi conto del letamaio che incontra, di sicuro non lasciato dai nostri amici cani.

  16. valerio

    i cani sporcano? e i bimbi che cagano in mare o a riva e i genitori neanche puliscono? o che urlano, tirano pallonat palline da racchettoni ecc ecc… e i cani non possono??? ma per favore che paese di trogloditi

  17. Maria

    Qualcuno sa dirmi i periodi dell’anno in cui è possibile portare i cani sulle spiagge? per esempio in inverno non ci sono divieti, o sbaglio?
    Grazie

    1. Mattia Autore dell'articolo

      Ciao Maria, le normative comunali sono salvo diverse indicazioni sono valide per tutto l’anno, come quella che vedi riportata in questo articolo. Dovresti informarti relativamente all’amministrazione del tuo comune.

  18. Alessandro Dercosi

    Su vari blog leggo da anni quanto avete detto in precedenza ed ogni volta provo a riproporre la solita riflessione: se in spiaggia non ci sono cartelli di divieto con il numero di ordinanza i vigili comunque mi multano e se voglio contestarla, anche dal giudice di pace, devo dare i riferimenti di una qualche legge nazionale se non mi trovo in Toscana. Quindi ritengo inutile indicare cosa dice la legge se poi non so di quale legge stiamo parlando.
    E’ per questo che non porto il mio cane in spiaggia anche se lo vorrei tanto.
    Prego chiunque ne sia al corrente di darci qualche indicazione.

    1. Mattia Autore dell'articolo

      Ciao Alessandro non so se ho capito bene la tua obiezione ma la legge di cui si parla è proprio quella che regolamenta il libro accesso dei ani nei luoghi pubblici (più precisamente si tratta di un’ordinanza ministeriale). Essendo un’ordinanza ogni Comune decide o meno se adottarla ma se non lo fa deve specificatamente dichiararlo quindi ogni amministrazione diventa a conti fatti un caso a se stante.

      Mentre continui a fare ricerche per darti una risposta più precisa ti lascio questo articolo: http://www.qzlife.it/cani/curiosita-cani-razze/il-cane-nei-locali-pubblici-cosa-dice-la-legge/

  19. Maria

    Non ho ben capito il riferimento alla Toscana, sappiate che a Scandicci (comune vicino a Firenze) c’è un parco nel mezzo di un bosco, dove i cani non sono ammessi neppure con guinzaglio e museruola. E’ un parco non molto grande, recitntato con niente di specifico all’interno (nè flora nè fauna protette) ma dove intere orde di famiglie possono andare a fare grigliate e pic nic, giocare a palla e mettere musica a tutto volume…..
    Ma è legale?

    1. Mattia Autore dell'articolo

      Cosa non ti è chiaro Maria sulla Toscana?

      Bisognerebbe vedere di che parco si tratta, magari è privato ma messo a disposizione della comunità. O Magari il Comune di Scandicci ha emesso delle ordinanze che spiegano le eccezioni sul proprio territorio. Bisognerebbe andare più a fondo per capire

  20. Maria

    Mi riferivo a quanto dice Alessandro. C’è in Toscana qualche legge particolare che regola l’accesso ai cani sulle spiagge e nei parchi?
    Per quanto riguarda il parco che ho citato, è il parco di Poggio Valicaia, di proprietà del comune di Scandicci. Non sono a conoscenza se ci sono ordinanze in merito e non saprei dove informarmi. Quando ho provato a entrare con il mio cane mi è stato solo detto che non era possibile e che avevano così deciso (chi lo abbia deciso non si sa) perchè in passato le persone entravano con i cani e non rispettavano le regole.
    Mi piacerebbe indagare di più ma non so a chi rivolgermi e così, l’unica cosa che mi resta da fare, è non andarci 🙁

    1. Mattia Autore dell'articolo

      Beh innanzi tutto se ti rechi in Comune presso l’URP (ufficio relazioni col pubblico) dovrebbero senza dubbio saperti dare delucidazioni.

      Per quanto riguarda la Toscana la legge è riportata nell’articolo parola per parole!

  21. Alessandro Dercosi

    Grazie Mattia,sicuramente sono stato poco chiaro, provo a spiegare cosa mi è capitato.
    Frequento una spiaggia libera a Latina e lungo il litorale non ci sono nemmeno i cartelli di divieto a condurre cani. Facendo notare la cosa ad un vigile questi mi risponde che non è necessario in quanto il Comune emana ogni anno l’ ordinanza di divieto e chi frequenta la spiaggia è tenuto ad informarsi andando sul sito del Comune. Per sicurezza telefono al Comando dei Vigili e mi viene detta la stessa cosa.
    In base a quanto si dice sui vari blog, dei divieti con relativa ordinanza, sarei intenzionato a portare il mio cane in spiaggia affrontando la multa che andrei a discutere davanti al giudice.
    Il problema è: quali riferimenti di legge nazionale potrei dare al giudice per farmi dare ragione?
    Qual’ è l’ ordinanza Ministeriale?
    E se come dici ogni Comune è libero di adottarla o meno, il problema rimane.
    Ti ringrazio se vorrai fornirmi qualche riferimento.

  22. Pamela

    sapete se a viareggio, in darsena, spiaggia libera si può portare? io non ho visto cartelli in giro, ma ci sono andata a maggio, non vorrei arrivare lì e trovarci il cartello fresco freso di ordinanza comunale. grazie

      1. Pamela

        no, ma tutte le volte che li ho chiamati ne sapevano meno di me. Cmq ho letto in altre pagine che si possono portare in spiaggia libera, ma non in quelle private ad esclusione di una.
        Spero mi vada bene

  23. daniela

    Quest’anno abbiamo deciso di portare il nostro cane con noi… contenti di nn lasciarlo in pensione ma nn convinti che con noi si divertirà di più. No alla spiaggi, passeggiata con museruola neanche un piccolo spazio per correre… era meglio in pensione… certo senza di noi ma momenti di sfogo sicuramente.

  24. Lia

    ciao Mattia

    io quest’anno andrò in ferie all’isola del Giglio con il mio cane. Mi consigli di chiamare la capitaneria di porti o comune per sapere se il cane si può portare in spiaggia? naturalmente con il guinzaglio e accessori del caso

    grazie

    Lia

  25. Anna

    Ciao a tutti, ho un alano blu di sette mesi e non ho alcuna intenzione di lasciare a casa lamia “PERLA”
    Andro’ in Calabria “Giovino”, la spiaggia ha molti tratti liberi, ma i gestori dei lidi mi hanno già detto che i cani non possono stare… lo vedremo. La capitaneria di porto non ha saputo darmi risposta che nel caso in cui fosse stata affermativa mi sarei stampata e mostrata a chiunque avesse criticato, ma cosi’ non e’ stato.
    Ora posso solo chiedere al municipio e speriamo mi inviino una mail intelligente.
    Vi faro’ sapere.

  26. marco

    Non ho mai letto un atricolo più ridicolo.
    I cani in spiaggia NON POSSONO ANDARE :
    Quanto scritto sopra sono solo fesserie scritte da un animalista incallito.

  27. Elisabetta

    Salve,scusatemi ma l ordinanza scritta non dovrebbe essere esposta sotto il divieto?perché quando mi reco con la mia piccola a 4 zampe vedo solo il divieto di introdurre i cani ma nn è specificato niente,spesso mi trovo in difficoltà quando mi dicono che “NON HA VISTO IL CARTELLO?” Allora per evitare discussioni me ne vado. Non trovo giusto che un cagnolino di 5kg educato,non sporca,non si stacca mai da me, non possa entrare ovunque nemmeno tenuta in braccio. Poi il fatto della museruola,ma stiamo scherzando ????? La taglia M le largheggia . Sono solo spregi che le facciamo. Poi parliamo di libertà di parola e di movimenti???? Ma dove ? Grazie Mattia per le tue informazioni precise

  28. Enrico Lavezzo

    Legge Regionale 19 giugno 2014 n. 17 (Regione Veneto).
    Articolo 18 bis – Accesso ai giardini, parchi, aree pubbliche ed aree riservate agli animali da compagnia.
    1. Agli animali da compagnia, accompagnati dal proprietario o da altro detentore, è consentito l’accesso a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico, compresi i giardini, i parchi e le spiagge; in tali luoghi è obbligatorio l’uso del guinzaglio e della museruola o di altri strumenti contenitivi, secondo le modalità già previste dalla normativa vigente.
    2. Agli animali da compagnia è vietato l’accesso in aree destinate e attrezzate per particolari scopi, come le aree giochi per bambini, quando a tal fine sono chiaramente delimitate e segnalate con appositi cartelli di divieto.
    3. I comuni possono, nell’ambito di giardini, parchi, spiagge ed altre aree destinate a verde pubblico, individuare, mediante appositi cartelli e delimitazioni, spazi destinati agli animali da compagnia, dotandoli anche delle opportune attrezzature; tali spazi sono forniti di acqua, contenitori per la raccolta delle deiezioni, spazi d’ombra ed eventuali divisioni per animali grandi e piccoli.
    4. Negli spazi a loro destinati, gli animali possono muoversi, correre e giocare liberamente, senza guinzaglio e museruola, sotto la sorveglianza del responsabile, senza determinare danni alle piante o alle strutture presenti.

    Articolo molto simile a quello riportato in capo a questo articolo. E’ evidente che la legge NON VIETA l’accesso alle spiagge e NON CITA alcun divieto in merito all’accesso dei cani in acqua. Altresì, al comma 3, non dice espressamente di autorizzare i comuni ad emettere DIVIETI in questo senso ma solo, eventualmente, a DELIMITARE gli spazi destinati agli animali di compagnia.
    i DIVIETI, qualora dovessero essere emessi, devono essere motivati. In mancanza di motivazione sono da considerarsi nulli, ma prima ancora di questo va detto che la legge madre è la legge nazionale, seguita da quella regionale ecc…. qualsiasi ordinanza o decisione presa da organi pubblici che sia contraria alla legge è nulla per legge.

    Questo per come la vedo io. Se mi permettono di andare in spiaggia allora mi permettono anche di andare in acqua. Se la memoria non mi inganna, prima di questa nuova normativa ai cani era vietato l’accesso alle spiagge e di conseguenza anche all’acqua. Le ragioni non erano di tipo sanitario (che di fatto non esistono) ma, se non ricordo male, di sicurezza per i bagnani.

  29. Lilly

    Ciao a tutti, Quest’anno torno a San Vincenzo (LI) e porto la mia Puka alla Dog Beach. Sono
    200 mt. di spiaggia, metà attrezzata con lettini e ombrelloni (a pagamento) e metà libera, con bar, docce anche per i pet, giochi…..
    L’accesso è gratuito. Ci sono già stata e mi sono trovata benissimo. I cani sono completamente liberi sia in spiaggia che in acqua!

  30. enrico

    A Mattia:
    da quello che leggo la legge regionale toscana è sostanzialmente identica a quella veneta. Ma non dice che i comuni possono vietare l’accesso degli animali alle spiagge, ma solo di DELIMITARE gli spazi ove questi possono muoversi liberamente senza guinzaglio ecc… Quindi, di diritto e di fatto, gli animali hanno accesso alle spiagge.

  31. Verena Piazzi

    Oggi ero ad Anzio spiaggia dei pini, c’era un cane, libero che defecava e urinava tranquillo in spiaggia senza che alcuno preferisse una parola! Scusate ma a me ha fatto veramente schifo…non tutti sono disposti a condividere peli, cattivo odore, bave e quant’altro…è una questione di igiene!! A me veniva da vomitare! Gli animali devono avere i loro spazi dedicati! Vi è mai capitato di andare al ristorante con un bel boxer vicino che scoreggia beatamente intanto che mangiate la pizza e chi vi si avvicina con quelle bave intanto che mangiate? Ben cari amici degli animali provate anche a mettervi nei panni degli altri e non solo a difendere a spada tratta i vs. interessi! Volete il cane? beh dovete essere pronti ad avere un qualche disagio in cambio e non recarlo agli altri!

    1. Lia

      cara Verena

      da quanto scrivi deduco che tu non sia proprietaria di un animale.

      deduco questo da come ne parli e per il fatto che sei arrivare a dire che chi è proprietario di un cane deve essere pronto ad avere qualche disagio….beh sì, come vedi siamo pronti a superarli.

      Il tuo caso è unico e raro credimi, io porto sempre al ristorante la mia cucciola e non ha mai scoreggiato e infastidito gli altri

      Io ho visto spesso genitori che facevano pisciare (e non solo) sulla sabbia e questo lo trovo molto più maleducato

      l’educazione sta sempre nei genitori per i figli e nei padroni se si tratta di cani, non tirare conclusioni affrettate solo basandoti su questa esperienza

      io sono orgogliosa di essere proprietaria di un cane e fin dove me lo consentiranno le leggi la porterò sempre con me e senza nessun disagio!!! Qualche scocciatura sì, ma disagio no.
      Se ho la mia cucciola con me e in alcuni negozi lei non può entrare…..beh, non entro nemmeno io

      considera che a volte capita di pranzare e cenare di fianco a persone che puzzano peggio dei cani; vale naturalmente la stessa cosa per quelle persone che entrano in piscina e in mare (dove entri anche tu)

      il rispetto vale anche nei confronti di un animale

      ciao

  32. Maria

    Sono pienamente d’accordo sul fastidio di un cane che fa i bisogno in spiaggi ma il problema sono i padroni del cane che dovrebbero raccogliere le feci.
    Purtroppo è maleducazione e x la maleducazione di alcuni non è giusto che ci rimettano tutti.
    A me sinceramente danno molto più fastidio i genitori che fanno fare la pipì ai bambini sulla spiaggia, stessi bambini che buttano gomme da masticare, cartacce e rifiuti vari per terra; o adulti che fumano e lasciano i mozziconi di sigaretta nella spiaggia, vociano, tengono radioline a tutto volume e poi una volta al ristorante fanno scorrazzare i figli intorno ai tavoli giustificando “ma sono bambini!”, bambini sì ma maleducati come i genitori; a questo punto meglio qualche puzzetta di un cane che le urla dei piccoli umani (che mi sembrano, molto spesso, meno umani dei cani)!

    1. verena piazzi

      Si parlava di animali a 4 zampe!! Se parliamo di “umani” e di tutto quello che hai elencato tu dovremmo aprire un altro capitolo lungo quanto i Promessi Sposi….
      Lo so, voi proprietari di cani non vi rendere conto delle norme igieniche perché vi spinge l’amore per le bestie…
      Ma baciare e farsi leccare da un cane che un secondo prima ha annusato pipì e cacca e portarselo perfino a letto non va bene! Ribadiscco che le bestie devono stare in un luogo a loro dedicato e non imposte a persone che non le gradiscono! È un po’ come il fumo passivo…lo subiscono ma è un’imposizione!
      Ieri in montagna davanti alle nostre meravigliose Dolomiti assaporavamo il panorama e il suo silenzio…
      No!! Un cane rompiballe ha continuato ad abbaiare a tutto e tutti!! Abbiamo dovuto andarcene…! Vi pare giusto??
      Ecco vorrei che anche voi provaste a mettervi nei panni degli altri..
      E poi la pianto qui perché so già che è una guerra persa…

  33. Luigi

    10 agosto 2015 Marina di Salve – Posto Vecchio – Salento. Oggi un bagnino presente su una spiaggia pubblica mi ha fatto notare, cortesemente direi, che il mio cagnolino (che ha intenerito molti bagnanti per la sua dolcezza) era un fuorilegge vista l’ordinanza di divieto per cani. Ora mi domando: fanno tanta pubblicità sugli abbandoni dei cani nei mesi estivi e poi vietano il loro ingresso sulle spiagge. A questo punto si può solo dire BAH !!!

  34. giulio

    come sempre sono i propritari e non padroni degli animali a comportamenti a dir poco fascista nei confronti di chi condivive i posti pubblici esempio cani che fanno le feci e lasciate li cani che passano su asciugamani di altri persone cani cge dopo il bagno si divincolano bagnando chi si trova li ecc bisognerebbe tenere i propritari al guinzaglio e liberare i cani forse di comporterebbero meglio

  35. giulio

    rispondo a Maria
    si vede che lei non ha potuto avere figli da come ne parla paragonare un animale ad una persona umana di qualisiasi etnia penso che una visita medica mediatica sia opportuno

  36. marco

    BAH.. Rispondo a Maria. Tu hai figli?
    Credo che come scritto sopra dipende dai casi. Non tutti i padroni i cani sono uguali e non tutti i genitori fanno fare pipì in spiaggia ai figli.
    Sono vicino di ombrellone di una famiglia con una piccola cocker e per quanto sia buona e non si sente mi trovo a disagio . lo stesso disagio che provo quando sono al ristorante . Forse perché il mio cane lo lasciavo al vicino o la mia gatta in pensione…non li portavo in vacanza.ma parlo di 15 anni fa.
    Allora voi potreste rispondere …i tuoi figli li lasci in collegio prima di andare in vacanza? Naturalmente noo.
    Secondo me ci sono dei posti dove non è opportuno portare con se il proprio animale di compagnia.. I centri commerciali più grandi non sono attrezzati e allora ecco che si può incontrare popò raccolta sul marmo … Un po fastidioso lo è. Ma questo e soggettivo.

  37. Biagio

    Ciao a tutti sono nuovo in questo forum, vi spiego in sisntesi il mio problea:
    Ho due dogo argentino che porto al mare tutte le mattine verso le 8:00 (spiaggia praticamente vuota e cani entrambi al guinzaglio), una mattina venivo fermato dai bagnini e mi veniva detto che era vietato portare cani in spiaggia, a mia domanda ” ma i cartelli di di divieto dove sono?” risposta: non ci sono ma lo sanno tutti!!!!!! comunque sapendo che erano nel torto ho continuato a portarli senza problemi.
    Oggi vedondo in spiaggia un agente della guardia costiera e domandandogli dei divieti non segnalati, mi veniva data la seguente risposta:
    Parole testuali” perchè la spazzatura lo sa che non deve essere buttata in spiaggia deve essere segnalato con un cartello per non buttarla, è senso civico!!!!!” senza parole-
    la mia domanda è la seguente, ove non segnalato da appositi cartelli, è possibile vietare la balneazione hai cani?
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *